eosonline.itRealizzazione Siti Web
Vai su eosonline.it e scopri pacchetti e vantaggi... Oppure Chiama 366.1385153

Akadama

Descrizione dell’Akadama

AkadamaL’Akadama è un terra argillosa di origine vulcanica raccolta alla profondità di 3 metri dal sottosuolo di foreste di Cryptomerie in Giappone. Ha pH neutro (pH 6,5 – 6,9) e consente un drenaggio perfetto, evitando l’imputridimento delle radici, per questo risulta ideale nella realizzazione di substrati o terricci miscelati per bonsai. L’Akadama dopo raccolta viene asciugata e riscaldata per rimuovere organismi e parassiti, infine polverizzata in diverse granulometrie, solitamente in commercio se ne trova di tre dimensioni: fine, media e grossa.

Proprietà dell’Akadama

L'Akadama trova largo uso nella coltivazione dei bonsai perché fornisce il giusto equilibrio di acqua, aria e sostanze nutritive, contiene enormi quantità di minerali grazie alla sua origine vulcanica, trattiene a lungo l'acqua senza tenere troppo umide le radici, aiuta il coltivatore a capire quando innaffiare, poiché perdendo umidità il suo colore da scuro ritorna giallognolo-rossastro inoltre ha un pH neutro (pH 6,5-6,9), quindi non è in genere necessario modificare l'acidità dell'acqua.

Utilizzo dell’Akadama

L’Akadama si utilizza miscelata al 50% nel terriccio di rinvaso, oppure in maniera assoluta, ma solitamente viene adattata alle necessità della pianta su cui verrà utilizzata.
In genere una composizione di terriccio per piante bonsai decidui contiene il 50% Akadama, 25% Terriccio Organico Universale ed il 25% Sabbia; invece per le conifere si utilizza una miscela composta dal 60% Akadama, 10% di Terriccio Organico Universale ed un 30% Sabbia.
Esistono tre diverse granulometrie di questa particolare argilla, fine, media e grossa, le prime due in genere vengono utilizzate per tutti gli scopi, mentre quella grossa viene impiegata per formare il primo strato drenante dei vasi.

Note sull’Akadama

L’Akadama inizia a sfaldarsi dopo circa due anni, riducendo in modo significativo l'aerazione delle radici, per questo è necessario un regolare rinvaso del bonsai.